EMA Vinci records – discografica – chi siamo

La casa discografica EMA VINCI records nasce nel 1993, (allora EMA Records) e fin dai primi anni di attività si distingue per la sua operatività sul piano artistico: realizza infatti una collezione dedicata alla fisarmonica classica italiana e produce lavori di musicisti del calibro di Salvatore di Gesualdo, Ivano Battiston, Francesco Gesualdi, Alessandro Dei, Riccardo Centazzo, Claudio Jacomucci, Fausto Settevendemie, Alessandro Moretti e Roberto Caberlotto, divenendo una delle etichette leader a livello nazionale nel settore delle pubblicazioni per fisarmonica classica. Nel 1996 nasce il dipartimento di produzioni artistiche EMA Canticæ, specializzato nel connubio Suono/Arte, Musica/Arte e Arte Totale. Grazie alla collaborazione con l’artista Marco Bagnoli, nascono paesaggi di suono e sculture sonore di importanza internazionale, che vengono curate dai principali critici d’arte italiani e non, quali Germano Celant, Achille Bonito Oliva, Harald Szeeman, Sergio Risaliti, Lucrezia De Domizio, e vengono ospitate nelle principali gallerie italiane, come ad esempio la Galleria Giorgio Persano di Torino, la Galleria Crhistian Stein di Milano, il Museo Madre di Napoli, il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, nonché collettive, eventi e fiere nazionali ed internazionali fra le quali la Biennale di Venezia e la Biennale di Valencia. Nel 1997 EMA Vinci records è una delle prime case discografiche italiane a pubblicare in 240 paesi i propri prodotti nel formato digitale, grazie ai rapporti commerciali intrapresi con la distribuzione americana The Orchard. Dal 2009 EMA Vinci records è distribuita per i prodotti digitali su scala mondiale dalla francese Believe Digital. Sempre nel 2009, un’attenta analisi sia artistica che di mercato induce la discografica EMA Vinci records a recuperare lo spirito iniziale della sua fondazione, ovvero quello di essere principalmente al servizio della musica contemporanea colta. Nascono così i primi progetti di produzione discografica che avrebbero visto la luce negli anni successivi. Solo nel 2011, però, in seguito ad una serie di riflessioni e collaborazioni artistiche significative, fra le quali meritano di essere menzionate quelle con Michael Galasso, Kamran Khacheh, Alessandra Garosi, Alessandro Magini, Alain Goudard, Alessandro Solbiati e Francesco Gesualdi, la discografica si indirizza verso la musica contemporanea colta. Nel corso di questi ultimi anni, EMA Vinci records, atraverso il proprio studio di registrazione EMA Vinci service*, ha definito un proprio standard di registrazione basato, per complessi da camera, operistici e sinfonici su tecniche di ripresa sonora minimali e totali, mentre, nel caso di strumenti solisti vengono generalmente ripresi con tecniche massimali sbilanciate. Questo standard ha conferito alle produzioni EMA Vinci records una propria sonorità, particolarmente apprezzata da coloro che desiderano chiarezza di suono, profondità e grande dinamica. Tra gli importanti risultati conseguiti in questo periodo grazie alle scelte intraprese negli anni precedenti è doveroso segnalare il significativo riconoscimento da parte della SIAE attraverso il progetto SIAE-Classici di Oggi dove, EMA Vinci records, nel 2015, è stata individuata come eccellenza fra le attività di di porduzione “quale casa discografica meritevole per l’impegno profuso e per la continua attività svolta a sostegno e promozione della musica colta contemporanea”. Grazie a questo risultato, vengono stretti accordi di collaborazione con Tempo Reale, il centro di elaborazione per la musica elettronica fondato da Luciano Berio, che si concretizza nella linea discografica TREma e con il G.A.M.O. (Gruppo Aperto Musica Oggi). Il passo successivo viene segnato dal progetto intorno all’opera contemporanea denominato appunto L’Opera Contemporanea Italiana, ove EMA Vinci records, attraverso la propria etichetta EMA Vinci contemporanea, si propone di realizzare una serie di poduzioni che testimonino e rappresentino la memoria del nostro periodo sia per quanto riguarda l’Opera nella sua forma più ampia che l’Opere da Camera, quindi nella sua forma e nel suo organico più ridotti. Nel 2016 la EMA Vinci records crea l’etichette EMA Vinci classica e L&C, nel 2017 il negozio EMA Vinci store.


Ricordiamo alcuni artisti che *EMA Vinci records ed EMA Vinci service hanno registrato e/o collaborato:

Compositori Paolo Aralla, Carlo Boccadoro, Umberto Bombardelli, Alvaro Company, Michele Dall’Ongaro, Carlo Galante, Lucio Gregoretti, Adriano Guarnieri, Joel Hoffman, Kamran Khacheh, Daniele Lombardi, Alessandro Magini, Marcello Panni, Andrea Portera, Nicola Sani, Alessandro Solbiati, Gianluca Verlingieri.

Direttori Federico Amendola, Pietro Borgonovo, Gabriele Bonolis, Alessandro Calcagnile, Luigi Gaggero, Alain Goudard, Pietro Horvath, Gianandrea Noseda, Daniele Parziani, Franco Piva.

Arpa Paola Perrucci, Patrizia Pinto, Letizia Piva, Luisa Prandina.

Chitarra Daniele Andriola, Luigi Attademo, Flavio Cucchi, Nuccio D’Angelo, Ganesh Del Vescovo, Silvano Mazzoni, Paolo Paolini, Arturo Tallini.

Clavicembalo Ruggero Laganà e Alessandra Artifoni.

Clarinetto Raffaele Bertolini e Maurizio Morganti.

Elettronica Detlef Heusinger (Experimental Studio SWR di Friburgo), Francesco Giomi (Tempo Reale).

Fagotto Paolo Carlini, Francesco Furlanich.

Flauto Arcadio Baracchi, David Bellugi, Alexander Duisberg, Roberto Fabbriciani, Andrea Oliva.

Mandola Mimmo Epifani.

Mandolino Avi Avital.

Percussioni Jonathan Faralli, Simone Rubino, Roberto Gualdi, l’ensemble Blow Up.

Pianoforte Pietro De Maria, Aquiles Delle Vigne, Matteo Fossi, Andrea Lucchesini, Stefano Malferrari, Pier Narciso Masi, Gregorio Nardi, Carlo Palese, Andrea Passigli, Emanuela Piemonti, Simone Soldati, Ju-Ping Song.

Saxofono Daniele Faziani, Adam Simmons

Violino Alberto Bologni, Massimo Coen, Francesco De Angelis, Michael Galasso, Ilya Gringolts, Piercarlo Sacco, Marco Rizzi, Yehezkel Yerushalmi.

Viola Diemut Poppen, Antonello Farulli, Igor Polesitsky, Edoardo Rosadini, Danilo Rossi.

Violoncello Mario Brunello, Manuel Fischer-Dieskau, George Georgescu, Andrea Nannoni, Relja Lukic.

Voce Monica Benvenuti, Sabrina Cortese, Ivan Garcia, Claudia Hasslinger, Faye Nepon, Chiara Osella, Claudia Pavone, Antonio Pirozzi, Maria Elena Romanazzi, Sonia Visentin, Carlo Vistoli, Soprano.