Francesco Moneti

Viene avviato alla musica dal padre, ex chitarrista solista dei Kiks, gruppo beat degli anni sessanta e che successivamente suona il banjo nella Casa del Vento.

Inizia a studiare il violino e la chitarra. Durante l’adolescenza suona in alcuni gruppi tra cui gli Inudibili, di cui fanno parte Pau e Drigo e che darà vita aiNegrita. Successivamente entra a far parte della Casa del vento, che abbandona nel 1996 insieme a Massimo Giuntini, per entrare nei Modena City Ramblers.

Nel 2001 recita una piccola parte di musicista irlandese in Gangs of New York di Martin Scorsese e suona nel brano tradizionale irlandese Uncle Tom’s Religion nella Colonna sonora.

Nel 2002 contribuisce musicalmente alla realizzazione dell’album Canto di spine – versi italiani del ‘900 in forma di canzone, degli Altera.

Nel 2006 inizia a prendere lezioni di oud da un musicista palestinese. Nel 2006 gli impegni con i Ramblers non gli impediscono di impegnarsi in nuovi progetti:

  • #41 con Riccardo “Richy” Cesari alla voce e Paolo “Pau” La Ganga alle chitarre, in cui suona violino e mandolino; gruppo tributo a Dave Matthews
  • Reels on fire con Massimiliano “Willy” Fabianelli alla fisarmonica in cui suona violino e chitarre.

Nel 2008 insieme a Davide Morandi, Daniele Contardo (già musicista con i ramblers) e Jason McNiff dà vita al progetto Narrow Men AKA Come Down and Meet the Folks.

Nel 2009 insieme a Daniele Contardo dà vita al duo FryDa.

Nel 2013 pubblica l’album intitolato “Sul palco all’FBICLUB” insieme al musicista Alberto Sanna, l’album è una registrazione del concerto tenutosi il 10 maggio all’FBICLUB di Quartu Sant’Elena con l’aggiunta del pezzo in studio Spiagge bianche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *