Ilaria Baldaccini

ILARIA BALDACCINI è una pianista e clavicembalista della Provincia di Pistoia. Ha studiato presso i Conservatori di Lucca e di Firenze, laureandosi in entrambi gli strumenti con il massimo dei voti e la lode. È stata allieva della classe di clavicembalo della Prof.ssa Annaberta Conti, delle classi di pianoforte della Prof.ssa Maria Gloria Belli e del M° Giovanni Carmassi. Ha frequentato l’Università della Musica e delle Arti Rappresentative di Vienna, nella classe di clavicembalo del M° Gordon Murray.
Iniziato lo studio del pianoforte in tenera età, dopo il diploma di pianoforte si avvicina alla musica antica e intraprende lo studio del clavicembalo. Per molti anni si dedica esclusivamente alla musica barocca, esibendosi da sola e in qualità di continuista e Maestro al cembalo in ensemble e orchestra in molti festival e manifestazioni barocche nazionali e internazionali e ricopre per un anno accademico l’incarico di clavicembalista accompagnatrice presso il Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze. Nello stesso periodo consegue la laurea in Italianistica presso l’Università degli Studi di Firenze.
Nel 2010 decide di tornare a dedicarsi al pianoforte e da allora svolge un’intensa attività concertistica come solista.
All’inizio del 2016 dà vita a NOVECENTO 2.0, un progetto che nasce dal desiderio di indagine, scoperta, condivisione e promozione del repertorio musicale novecentesco e contemporaneo, con particolare attenzione verso compositori che abbiano vissuto e operato sul territorio toscano. NOVECENTO 2.0, divenuto progetto discografico 2017 (quattro i cd in uscita), in collaborazione con la Ema Vinci Records, la spinge a muoversi nell’ambito della ricerca per la riscoperta e la stampa di partiture inedite e a collaborazioni anche al di fuori della musica, in particolare con l’ingegner Enrico Dini, inventore della stampante 3D D-Shape, con il quale ha ideato un progetto per la diffusione e promozione di opere d’arte del XX secolo ristampate in 3D.
Collabora assiduamente con diverse associazioni culturali e con la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna di Pisa. Convinta che sia possibile restituire la letteratura musicale al grande pubblico, dal 2015 tiene cicli di lezioni – concerto presso sale da concerto e scuole superiori per educare le persone e i ragazzi all’ascolto della musica classica e introdurle alle ragioni che spingono gli artisti a determinate scelte interpretative. Dal 2016 è direttore artistico, insieme alla clavicembalista Federica Bianchi e all’organista Giovanna Riboli, di ‘Mesotonica’ (dal nome di un antico temperamento, utilizzato tra la fine del Rinascimento e il periodo Barocco), un’Associazione Culturale che opera nella città di Prato e che ha loco in un piccolo spazio privo di palcoscenico, così concepito perché il pubblico possa ascoltare gli artisti a distanza ravvicinata e vivere pienamente l’emozione del suono.
Nel 2013, a seguito di uno dei concerti tenuti al Sant’Anna, è stata scelta come testimonial per la “Fondazione Arpa”, di cui il M°Andrea Bocelli è presidente onorario; nel 2014 è diventata una degli interpreti della Musopen Music Library (California).
Dal 2015 collabora con l’Associazione ‘Rassegna musica’ di Torino, per l’esecuzione di partiture per pianoforte e orchestra in versione cameristica per pianoforte e quartetto/quintetto d’archi.
Nel 2017 le è stato assegnato il premio FIDAPA DONNA 2017 dall’Associazione FIDAPA – Sezione di Pisa, per l’opera di diffusione culturale al servizio della musica.
Lavora in duo cameristico con la soprano Francesca Caligaris.
Tra le più importanti città dove si è esibita Roma, Vienna, Belgrado, Sapporo, Tokyo.