Daniele Faziani

Intraprende gli studi musicali in età giovanissima, a 4 anni come batterista e a 15 anni studia il saxofono, diplomandosi a pieni voti nel 1982.

Inizia subito la sua collaborazione viva tutt’ora con il  Teatro comunale di Bologna, come saxofonista solista eseguendo in prima nazionale “per il teatro bolognese”  la Rapsodia per orchestra e saxofono di Claude Debussy sotto la direzione di VLADIMIR DELMAN, da questo momento lavora con i più importanti direttori quali:
DANIELE GATTI, DANIEL OREN, M.WUN CHUNG, E.IMBAL, RICCARDO CHAILLY, PETER MAAG, G.BERTINI, LUCIANO BERIO, M.ROSTROPOVICH ed altri. Ha collaborato inoltre con il Teatro dell’opera di Genova, l’orchestra sinfonica di Sanremo, l’orchestra della Fenice di Venezia e l’orchestra del teatro Regio di Parma. Nel 1991 ha eseguito i Quadri da una Esposizione di Mussorgski al festival di Ravenna con l’orchestra del Teatro di San Pietroburgo.
Molto intensa la sua attività concertistica come solista, in formazioni cameristiche e in qualità di direttore di gruppi a fiato, in formazione di duo “sax e pianoforte” vince alcuni premi nazionali e suona regolarmente in Italia e all’estero, dedicandosi prevalentemente al repertorio del 900 storico.

Numerose composizioni per banda, marce, brani per strumento solista, arrangiamenti di canzonieri ecc.

Ha composto le musiche per 2 commedie teatrali “LA CHIAVE D’ORO” e “IL CALDERONE”
Scrive regolarmente composizioni originali per varie formazioni cameristiche dove appaia sempre l’uso del saxofono.

Per la casa editrice “AGENDA” di Bologna ha scritto l’opera didattica “IL SAXOFONO” volta allo studio delle note lunghe e all’impostazione strumentale.